Con "La spesa che fa bene" di Iperal aiutaci a sostenere i ragazzi con disabilità

Anche quest'anno il gruppo Iperal lancia l'iniziativa La spesa che fa bene - Iperal per il sociale, trasformando gli acquisti dei clienti in un sostegno concreto alle realtà del territorio impegnate per le persone bisognose.

Forme impresa sociale è fra queste, con un progetto dedicato agli interventi riabilitativi specialistici per minori con disabilità: un tassello del nostro lavoro quotidiano in questo campo.

Come funziona l'iniziativa?
Il meccanismo è quello collaudato negli anni scorsi: da oggi - 21 ottobre - al 17 novembre i clienti Iperal titolari di CartAmica riceveranno un punto “Iperal per il Sociale” per ogni 20 euro di spesa effettuata. I punti raddoppiano per i titolari di CartAmica Oro: in entrambi i casi, non ci saranno più i consueti bollini da ritirare alla cassa, ma i punti verranno caricati direttamente sulle card.

Entro il 29 novembre ciascun cliente potrà donare i punti accumulati, comunicandolo direttamente alle casse al termine della spesa oppure utilizzando la sezione "La spesa che fa bene" dell'app Iperal.
Le associazioni più votate riceveranno un riconoscimento economico per attuare il progetto presentato: per votare Forme e il nostro intervento a favore dei ragazzi disabili bisogna indicare il codice 237.

Alla realtà più votata andranno 7.000 euro, 5.000 alla seconda, 4.000 alla terza, 3.000 alla quarta. Dal quinto al decimo posto il riconoscimento sarà di 2.000 euro, che diventano 1.000 per chi si classifica dall'undicesimo al ventesimo posto. Dalla ventunesima posizione a scendere è previsto un premio pari a 500 euro.
Per i dettagli sull’iniziativa e il regolamento, potete consultare la pagina dedicata sul sito Iperal.

Per noi ogni preferenza è importante: con un semplice numero – 237 – potete fare la differenza per sostenere il nostro progetto.

© Forme Impresa Sociale | Privacy Policy | Cookie Policy

designed by Pura Comunicazione